Il Blog

Un volto …

Un volto ..

Nonostante, siamo in questo periodo buio e lungo che avrà delle terribili ripercussioni a livello umanitario,mi rendo conto che possono comunque accadere  delle belle novità inaspettate.

Anche se sono molto preoccupata su come potrà evolvere la mia attività di artista floreale, in questo mondo e di come potrebbe cambiare il commercio di un prodotto deperibile, faccio leva su altri motori che mi permettono di cercare di aprire la mia fantasia,mi abbandono sempre alla mia positività che non ha limiti .

Apro proprio questo mese con una novità e riconoscimento personale che mai avrei pensato :

Un volto

Un volto può essere tante emozioni, tristezza , paura , stupore, gioia, un volto esprime esperienza, saggezza, giovinezza,maturità , un volto …

Ecco che un volto può fare la differenza, un volto può rappresentare altre persone o diventare un esempio ed è proprio quello che è successo, in questi giorni.

Ho cercato sempre ma soprattutto  da due anni a questa parte di mettere in discussione tutto e ricominciare e ripartire da zero,ogni volta, contando sempre sulla mia forza di volontà e sfrontatezza ma sopratutto sulla mia energia vitale, molte volte andando anche contro tutto e tutti.

In ogni percorso, capisci sempre di più che non devi avere l’approvazione degli altri,  ma, l’unica approvazione che devi avere è quella di te stessa perchè è lei che fa la tua forza, come direbbe il noto Maestro Califano , “tutto il resto è noia .”

Partecipi ad un concorso, che inizia con varie sessioni, riporti la fascia di miss umbria e ti trovi con molta emozione ad una finale con più di 60 concorrenti provenienti da tutta italia, un esperienza bellissima che rimarrà nella mia storia, sia nel lato positivo ma anche nella percezione negativa della grettezza di alcune persone  che  avevano  “deriso ” della mia cresta,  anche se portare i capelli in modo diverso desta ancora stupore  alle soglie del nuovo millennio .

Ritorni un po’ adolescenziale, una compagna di stanza che non conosci con la quale devi condividere due giorni , lunghi, orari stabiliti,appuntamenti per le prove e via discorrendo .

Tutte uguali come al college con una divisa che ti identifica come concorrente,ti assegnano il numero e il tuo kit di sopravvivenza del concorso,tra una risata e un altra passa il tempo nella Hall, comici ad ambientarti prima di essere accompagnata all’albergo che ti ospiterà , una vacanza di due giorni .

Vedi le altre e ti rendi conto di essere diversa, sicuramente la palestra non è il tuo forte , ma la mia diversità desta sempre curiosità, parliamo con la psicologa,e facciamo il test d’ingresso,veniamo accompagnate nella sala congressi per la presentazione ufficiale con gli sponsor e patron  e poi via tutte in albergo attendendo come una bambina l’assegnazione della camera e di sapere chi sarà la mia compagna d’avventura .

Due giorni vissuti appieno anche con il supporto sempre dei miei genitori che come me per queste giornate si sono spostati  a Chianciano Terme vivendo proprio il territorio e  il parco insieme alle persone che tutti i giorni si ritrovano lì e che con molto entusiasmo condividono l’esperienza con noi per quello che era possibile .

Fino a quando in questi giorni di guerra nella quale il nostro sistema è tutto fuori fase, per via del Covid 19 guardando in internet mi accorgo che il mio volto si trova come testimonial in uno dei concorsi nazionali più ambiti : Miss reginetta Over , insieme alla vincitrici vengo messa nella home come testimonial per tutte le future iscrizioni, ed allora strappo un sorriso di soddisfazione, un riconoscimento al mio essere speciale e diversa, una bellezza diversa, carismatica,un po’ vamp una diva di altri tempi. Un riconoscimento per quelle persone che hanno deriso un po della mia diversità, ma soprattutto un riconoscimento alla semplicità e bellezza d’animo.

Da cosa nasce cosa ed ecco che diventi un ospite speciale per una radio  di giovani molto interessante “Radio Flames “e ti racconti, tante domande su chi sei e tante acclamazioni benevoli da parte degli ascoltatori.

Detta di qualcuno mi tremavano ” le gambine ” chissà com’era la mia voce ma con molta semplicità ho risposto alle domande poste e mi faceva piacere sapere che qualcuno era interessato alla mia storia , si perchè anche io ho una storia da raccontare , una storia fatta di sacrifici e sudore che si chiama Vita, una storia che non finisce mai ma che è sempre in evoluzione.

Ho detto la vita è come un cassetto pieno di sogni, o i sogni sono nel cassetto.

Ogni volta che tu apri il cassetto, trovi un sogno ,lo raggiungi e c’è ne è subito un altro non si è mai in un punto di arrivo ma siamo sempre in un punto di partenza .

…. Un volto ..

#lamaggystyle  pensieri ad alta voce .

Vita io ti credo .

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.