Uncategorized

11 Marzo

11 marzo , una data ricorrente

L’ 11 2001 settembre si distruggono le torri gemelle , sgomento e confusione a New York, cadono le Twin towers , la gente si trova sotto le macerie, una nuvola nera assale la città , sirene , pianti e sgomenti , cambia il mondo una data da ricordare .

11 marzo 2021 , le mie torri gemelle cadono ……

Zona rossa , abbiamo il Covid in tutte le sue varianti, nessuno può entrare in ospedale solo tu, il paziente e la solitudine che ti porti appresso post covid, entri in questa struttura molto bella ,Porta Sole, una clinica nuova,vicino al centro di perugia, tutti ti accolgono con molta cortesia ti danno la camera n°3.

Arrivo in mattinata presto porto il cellulare e le cuffiette ,nella camera c’è una signora ha fatto già l’intervento, mi sembra abbastanza elettrica, una persona che non vede l’ora di tornare a casa , penso che sia più che altro stordita dall’intervento….

cammina in camera nervosamente, tira quei barattoli, (il drenaggio) come se fossero barattoli di latta che strusciano a terra sulle auto degli sposi ….

Comincio forse a rendermi conto che niente sarà più come prima vorrei piangere, ascolto i queen ed inizia a scendere la tensione , ma dura poco perchè arriva la dottoressa e lei è ben coincisa e rigida, per cui asciugo in fretta le lacrime, perchè non voglio avere un cazziatone pre intervento.

Ecco arrivano entrambe una visita di controllo e cortesia , non ti preoccupare è tutto a posto mi dice Alessandra , nel frattempo , l’infermiera che è con loro mi dice : ma lei è la fiorista di San Sisto?

Si è bravissima dottoressa mi ha fatto la mia coroncina di laurea, una vera artista .

La mia risposta è : visto dottoressa le mie laureande che donne che sono, una risata e via…

Nel frattempo poco dopo mi cambiano camera , dalla 3 entro in 2 ecco gli angeli mi parlano arriva una nuova visione della vita, il numero 3 ha portato a termine la sua missione è ora di andare avanti .

Nella camera c’è Ornella una signora sulla cinquantina appena rientrata dalla sala operatoria, sposta la tenda e mi dice , ci siamo viste ieri per la sentinella .

Scatta subito un feeling , due chiacchiere ,una storia da raccontare si fanno le 13.30 ed arriva la divisa blu, è ora , non si torna più indietro …

Mi vesto e mi preparo, non ho mai tremato tanto, mi siedo sul letto, una breve riflessione, via la paura e poco dopo mi vengono a prendere, saluto Ornella ,

ci vediamo dopo – lei mi dice : io sono qui ti aspetto .

Prendiamo l’ascensore ed ecco che scendiamo agli inferi , una città trafficata : ho visto tanto grigio, eravamo lì in sala operatoria, sembrava di stare a Manhattan, in uno di quei film americani della Nasa, un aspetto austero di colore grigio , acciaio e tanto freddo, tutti vestiti con colori decisi , bandane in testa e casacche dello stesso colore mi sembrava di stare su Star Trek – è arrivato il capitano Spock .

Attraversiamo un corridoio salto dal letto alla barella e mi depositano in una saletta , vicino ad un altro lettino, tirano la tenda arriva un infermiere con molto garbo, butta una battuta e mi fa sorridere, poi arriva lui Michelangelo Marconi, lo vedo subito come l’Arcangelo Gabriele , colui che sarà il mio angelo custode in quest’evento : allora come va ? bene .

E’ la prima volta : si

lui : bene.

Io : ah dice bene …. visto la modalità come nelle prime volte o per bene o per niente e via una battuta tira l’altra , sarò il suo anestesista per oggi , bene è già arrivato un angelo meglio di così non potevamo iniziare .

Non mi poteva capitare angelo più bello il percorso si designa in concreto .

Arriva Alessandra, sei pronta non so penso di si …., ma la dottoressa dov’è ?

Non è che è a scatola chiusa come nei film che poi non c’è e mi trovo con qualcun’ altro

del tipo sei su Paperissima Sprint

Oppure Carramba che sorpresa ?

Alessandra risponde: No no ce

Io: bene, ma prima di qualsiasi cosa vorrei vederla per sicurezza .

Ed ecco poi spunta lei la mia dottoressa, con un camice bianco , tiriamo giù la casacca , prendiamo un pennarello , guarda in avanti .

comincia a farmi dei disegni sul corpo ecco inizia il rito indu ….

La purificazione del corpo e dell’anima togliere quello che non va, ho immaginato subito che la dottoressa mi disegnasse con dell’henne sul corpo per prepararmi all’evento, togliere qualsiasi imperfezione e preparare alla purificazione .

Come un passaggio da una vita ad un altra , lei è materialmente ciò che ha tolto la mia malignità, quell’energia negativa che ha tentato di radicare nella mia anima e si è espressa nel mio copro attraverso un tumore, che io ho rinominato tuo amore .

Eh si , anche se per un intreccio di energie giunte a compimento , nessuno può aiutarti sei tu e lui ed io con lui ho instaurato un buon rapporto di vicinato, breve ma intenso .

Con il suo pennarello blu mi disegna una parte del corpo e poi quando termina, mi fa sdraiare e mi ricopre, Michelangelo apre la clip del farmaco ecco siamo all’inizio di un viaggio .

Mi spostano in sala operatoria , mi accorgo che l’equipe è giovane passo in un altro lettino, cominciano a cercare prolunghe , le mie gambe escono dal lettino 15 cm , voglio fare una petizione , barelle più lunghe per gente più alta sono piccole , sento freddo, arriva una coperta, una telina fina , ma meglio di niente altre piccole domande quanto sei alta etc… poi tutto inizia a girare la testa , mi sento friccicante, tutta elettrica e comincio a sentire caldo, domando a Michelangelo è tutto normale, la testa si appesantisce, gira e inizio un viaggio del quale non ricordo, ho solo figure confuse …

Lui: è tutto normale

io : ah ok allora sono pronta …

la dottoressa si gira in testa ha una luce, subito un flash : ecco siamo nel Titanic alla scoperta del gioiello prezioso , proprio come nella prima parte del film. quando il robot scende negli abissi alla ricerca .. una speleologa e poi non ricordo più nulla.

Dopo circa due ore …..

sveglia sveglia, con un piccolo schiaffo di risveglio un colpetto leggero .mi ricordo questa mano con le nocchie rivolte verso il volto e una voce che diceva sveglia ….

In lontananza sento dire fai piano che lei è grande ma sono tra il dormi veglia sento voci lontane che ti risuonano come un eco nelle orecchie , apro gli occhi e Alessandra dice è andato tutto bene .

io: chi mi ha schiaffeggiato ? qualcuno mi ha dato uno ” schiaffo”,

in sala un vago silenzio e battute una ripresa super e inaspettata, ma d’altronde la Maggy è così attenta al dettaglio , non le sfugge niente, poi Alessandra mi dice te lo ha dato Michelangelo; rispondo ah ecco va bene, come se lui fosse stato l’unico autorizzato :_-)…

Aiutaci passa da questo a l’altro lettino così ti facciamo uscire, di solito si lamentano ma lei niente, è una sportiva, mi guardo e trovo un semi busto di garza il corpo è stretto immobile ecco sono come Tutankhamon i miei predecessori mi sono venuti a trovare in questa terra ,si apre un concetto di mummificazione ,attraverso il bianco arriva la candida purezza, la preservazione del corpo e la purificazione dell’anima.

Questo è quanto succedeva un anno fa circa….

Oggi 11 marzo 2022 a distanza di un anno da tutto ciò, parlo di un anno di crescita personale importantissimo, un anno di nuove opportunità, di una nuova vita, un anno di cambiamenti radicali…

Arriva una festa in un giorno da ricordare come il giorno del cambiamento e del ringraziamento, un giorno dove nasce una nuova persona e una nuova anima capace di avere nuove visioni e farsi portavoce di se stessa e di altre donne che si trovano ad affrontare questo percorso .

Non bisogna mai avere paura , questa genera negatività bisogna sempre rimanere positivi anche quando ci sono momenti di gran sconforto , ma la battaglia più grande è che tu e io, (la mia bambina interiore ) siamo in simbiosi in un energia così grande che viene fuori e risplende come una meteora .

Nasce una mostra : Un Amore dal Grigio al Colore che con tanta fierezza e umiltà racconta la mia storia in aiuto di altre donne , si aprono nuove energie insieme a nuove persone e nuovi percorsi di vita da affrontare , nasce un nuovo amore tutto in rosa insieme a Vivo a Colori .

Lascia vibrare le tue emozioni senza paura #vivoacolori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.